Cos’È la PNL?

La Programmazione Neuro Linguistica è nata negli anni ’70 con Richard Bandler, John Grinder e Franck Pucelik che si sono ispirati al lavoro di altri psicoterapeuti, tra cui Milton Erickson, Virginia Satir e Fritz Perls.

Che cos’è che fa sì che certi individui raggiungano dei risultati eccezionali, rapidi e durevoli?
Dopo avere osservato minuziosamente dei grandi comunicatori nel campo giuridico e della terapia, degli affari e dell’educazione, nel corso della loro ricerca questa domanda ha potuto evolvere verso una preoccupazione più fondamentale:
Qual è la struttura soggettiva dell’esperienza umana?
Le risposte hanno permesso di sviluppare un insieme di tecniche e di strumenti di comunicazione e di cambiamento per facilitare il raggiungimento dei nostri obiettivi.

La “Programmazione” per descrivere tutte le nostre modalità operative, i “processi” personali, le abitudini che abbiamo acquisito dalle nostre esperienze, sono le automazioni che un giorno ci hanno permesso di andare in bici, di guidare la macchina, di fare operazioni matematiche.
I nostri programmi determinano il modello del mondo che creiamo. Dalle nostre esperienze, creiamo processi funzionanti, abitudini, cioè modi di pensare, sentire e comportarci.

Questo ci porta a fare il punto sul secondo termine: “Neuro”. Il nostro comportamento umano si basa sulla nostra attività neurologica. Il nostro cervello, attraverso i nostri 5 sensi, ci permette di percepire, pensare, sentire e fare delle scelte. La Neuro quindi per specificare che sono i nostri neuroni che codificano e organizzano le esperienze.

E infine, la dimensione “Linguistica”. Per intervenire su questa “macchina” che sono il nostro cervello e il nostro sistema nervoso, dobbiamo fare affidamento al linguaggio.
Le parole portano significato e soprattutto esperienze, è attraverso esse che codifichiamo la nostra esperienza. Il linguaggio codifica e trascrive la nostra esperienza, attraverso le nostre parole, il nostro modo di parlare, così come attraverso il nostro linguaggio del corpo.
Così come la lingua è la manifestazione dei nostri programmi, la parola e il nostro comportamento verbale riflettono il modo in cui pensiamo e sperimentiamo.

Attraverso la modifica di queste mappe si possono ottenere numerosi benefici nell’ambito del cambiamento e della crescita personale.

Questi benefici includono:

  • eliminare le emozioni negative, come la paura, l’ansia e la timidezza;
  • creare emozioni positive a comando utilizzando ancoraggi emotivi, come la motivazione e il coraggio;
  • eliminare le convinzioni limitanti quali “non me lo merito” oppure “non sono all’altezza”;
  • creare convinzioni utili, come per esempio “ce la posso fare” oppure “sono all’altezza di ogni situazione”;
  • eliminare comportamenti depotenzianti quali il mordersi le unghie oppure il balbettare;
  • creare comportamenti utili come lo svegliarsi presto la mattina oppure andare regolarmente in palestra;
  • migliorare le relazioni personali, per esempio con i colleghi o con il proprio partner;
  • migliorare la capacità di comunicazione;
coach-benessere-motivazione-a-torino